di Giuseppe Montagna

Sulla via Provinciale Gallipoli, tra Melpignano e Maglie, in località Corte Droso, sta sorgendo, su oltre 10 ettari di terreno, un imponente Avioporto. I lavori stanno procedendo da molti mesi nel silenzio assoluto sia  delle amministrazioni locali (di Melpignano e Maglie) che delle forze politiche. Sembra quasi che un’opera del genere si voglia tenere nascosta; ed in effetti sorgono spontanee numerose domande: a cosa serve un Avioporto di tali dimensioni ? Vale la pena “distruggere” un così vasto terreno per un’opera che appare solo speculativa? Perchè il Comune di Melpignano (nel quale ricade formalmente la struttura) non ha tenuto conto del fatto che a distanza di poche centinaia di metri sorgono numerose abitazioni ? E il Comune di Maglie, nel feudo del quale ricadono le abitazioni, come mai non ha contrastato l’iniziativa in Conferenza dei Servizi? E come mai è stato possibile da parte del Comune di Melpignano procedere al cambio di destinazione del terreno senza tenere conto dei vincoli derivanti dall’antropizzazione dell’area ? Molte domande che rischiano di rimanere senza risposta come ormai solitamente accade in questo “buio periodo” della nostra storia d’Italia. Ad ogni buon conto l’Associazione Torremozza ed il Comitato Civico di Maglie hanno inoltrato congiuntamente una formale lettera di allerta al Sindaco di Maglie e per conoscenza al Sindaco di Melpignano nella quale chiedono, per la tutela degli abitanti della zona, la massima vigilanza da parte delle Amministrazioni  comunali nei confronti dei gestori della struttura affinchè siano adottate sempre e costantemente tutte le misure di sicurezza nonchè tutti gli accorgimenti per annullare ogni tipo di inquinamento acustico.

Leggi la lettera al sindaco Fitto per Avioporto in Corte Droso

Annunci