Una sensazione di totale logoramento e di malinconico disfacimento è quella che sta producendo in queste settimane la politica nel suo complesso. Bastava guardare l’altro giorno l’emiciclo di Montecitorio scandalosamente vuoto mentre l’argomento era la crisi della Grecia e cioè una crisi che riguarda tutti noi nessuno escluso. Ma la morte della politica precede di molto anche questo governo. La sintesi del decadimento è riportata magistralmente in un pezzo di Mario Ajello pubblicato ieri sul Messaggero.

Annunci